mercoledì 16 settembre 2009

Cronologia del Delirio di un "uomo" ormai alla frutta

Incredibile come l'Italia stia trovando un'unica voce, un comune sentore contro le quotidiane minacce e condotte di Silvio Berlusconi.

Ormai è una guerra: Berlusconi contro tutti.

Contro Repubblica e l'Unità, denunciate (perderà le cause: non ci sono gli elementi oggettivi per vincerle - intanto ha perso con l'Economist).
Contro Report, cui ha fatto togliere l'assistenza legale.
Contro Ballarò, che ha fatto cancellare ieri per andare in prima serata in un "programma" (quello del fido e viscido Bruno Vespa) che normalmente va in onda a tarda notte e che lo accoglie sempre senza offrire contemporaneo contradditorio alle controparti politiche.
Contro Annozero, cui i servi della RAI(DIASET) hanno bloccato la firma dei contratti, andando contro una Sentenza ben precisa al riguardo.

Ma anche contro i suoi stessi alleati, con l'aiuto generoso del reintegrato Vittorio Feltri, che ha sparato a zero su Boffo, costringendo la Chiesa a sacrificarlo (in cambio Papa-Ratzi e la CEI avranno la Legge-truffa sul Testamento Biologico), e che ha pure minacciato il Presidente della Camera, il suo alleato Gianfranco Fini.

La strategia è chiara: attacco a testa bassa su tutti quelli che non compiacciono il suo modo di pensare... e allora via a falsità, menzogne, mezze verità, diffamazioni, calunnie, minacce, denunce, querele, insulti gratuiti e quanto altro ancora.

Per ieri aveva preparato tutto, pronto a salire sul carro del vincitore, per appropiarsi del lavoro sudato della Provincia di Trento e dei soldi messi sul piatto dalla Croce Rossa (e in minima parte anche da Porta a Porta, che si è calata però le braghe), e consegnare le case in legno costruite per una piccola parte dei terremotati dell'Abruzzo.

Ma è stato un levar di scudi: a difesa della verità... Berlusconi con quelle case non c'entra niente, non doveva neanche andare alla cerimonia di consegna (cui non hanno potuto partecipare tutte le persone che volevano dire la propria su questo sciacallaggio mediatico e auto-pubblicitario del Governo, ma tenute "gentilmente" fuori dal centro abitato), e soprattutto Bruno Vespa non doveva organizzare con lui e per lui quella trasmissione.

Siccome lo sputtanamento è stato TOTALE (nel senso che la notizia delle falsità, le ennesime, pronte a essere sganciate sui cittadini, in questa eterna campagna elettorale auto-celebrativa), Berlusconi ha dovuto cambiare registro (tutti sapevano tutto, Dio benedica Internet), ma ha avuto il palco assolutamente libero per sganciare delle bombe di peso immane su tutti i suoi "nemici".

Ma il nemico è lui, lo sappiamo.

Ecco di seguito alcuni link cui accedere per vedere cosa è successo:

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/sisma-aquila-13/stampa-berlusconi-vespa/stampa-berlusconi-vespa.html

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/sisma-aquila-13/porta-a-porta/porta-a-porta.html

tanto per far leggere cosa ha sputato sugli altri.

Poi ancora, il dato impietoso del tracollo nell'audience (ed era in prima serata!):

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/sisma-aquila-13/berlusconi-vespa-aascolti/berlusconi-vespa-aascolti.html

Infine le reazioni a quanto ha detto:

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-28/risposta-mauro/risposta-mauro.html

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-28/garimberti-rai/garimberti-rai.html

Ma la cosa più tragica per lui è il calo nel gradimento degli italiani sul suo operato, dovuto soprattutto ai polveroni interni del suo ormai quasi defunto PDL, e questo taglia la testa al toro: il 15% in meno!

http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/politica/sondaggi-2009/fiducia-settembre/fiducia-settembre.html

http://www.repubblica.it/speciale/2009/sondaggi_ipr/fiducia_governo_settembre.html

Berlusconi, il "politico" (lo so, è una bestemmia accostare questa parola a lui) sta morendo... è sempre più triste... sempre più solo...

Una nuova Italia sta sorgendo, da Internet: quella della VERA Legalità, della VERA Giustizia, della VERA Libertà, di tutti qui VALORI che sono l'esatto contrario di quanto Berlusconi e tutti i suoi servi (dai politici ai "giornalisti" Feltri e Fede) stanno propinando, insozzando ed avvelenando i pozzi cui bevono gli animi degli Italiani.

.

Nessun commento:

Posta un commento