mercoledì 18 novembre 2009

Come combattere un tragico calo di consensi: strategia del falso, di Littorio Feltri

.
Avete letto Il Giornale? No? AVETE FATTO BENE, neanche io lo leggo, e ci mancherebbe, dato che sono una persona di buonsenso. Però non ci si può non imbattere (quando si naviga in Rete) in alcune notizie che non possono essere messe da parte.


Conosciamo Il Giornale (come Libero, Il Foglio e gli altri al servizio di Sua Emittenza), in esso Littorio Feltri ogni giorno attraverso i suoi editoriali, e con il più caloroso aiuto dei "giornalisti" che lavorano allegramente sotto la sua sferza, cerca sempre un modo per gettare fango sui "cattivi" (quanti non sono graditi a Berlusconi) e incensare il mite Presidente del Consiglio, quel sant'uomo di Berlusconi.

La strategia è sempre puntualmente applicata e perseguita: in questi giorni annoveriamo l'ennesimo calo di consensi nel gradimento al Cavaliere, ed è assolutamente necessario spostare l'attenzione pubblica dalle nuove porcherie che il Governo vuole far passare per Legge o Decreto Legge, come la indecente disciplina sui processi brevi (meglio dire: castrati, come sarà castrata l'attività della Magistratura per la persecuzione di reati gravissimi, solo per salvare il Capo dal carcere), pertanto Il Giornale scrive: "Vogliono uccidere Berlusconi", aggiungendo che c'è di mezzo anche un uomo del Partito Democratico!

Ora, a parte il fatto che quello che scrive Il Giornale in questo titolo sta sempre più entrando nei sogni degli Italiani, il tentativo di Feltri è una cosa davvero misera, ed è l'ennesima scusa per creare tanto affetto attorno all'uomo che sta sfasciando l'Italia e tanto odio a chi si oppone a lui.

I Servizi Segreti hanno smentito, ovviamente, e il Presidente della Camera Gianfranco Fini ha glissato sulla cosa, con ironia.... però Feltri ha raggiunto comunque l'obiettivo: l'importante è che ci sia quel titolo, e gli adoratori di Silvio lo amino ancora di più e odino ancora di più i "nemici"... tanto lo spessore culturale degli elettori del PDL è così basso che basta un titolo esagerato per pensare come vuole il Capo, e non con la propria testa, perchè è impegnativo, e non è utile al Capo, anzi è pericoloso.

Creare, mantenere e se possibile ampliare il consenso: questo è l'unico strumento in mano al Capo, facendo distrarre gli italiani su cosa realmente sta succedendo. REGIME? Forse, anzi: SI', di sicuro.

E sia chiara una cosa: il "clima d'odio" di cui parla Feltri esiste in quanto creato e incendiato dal suo Capo e da gentaglia come lui.

PASSATEPAROLA

.

Nessun commento:

Posta un commento