giovedì 3 dicembre 2009

Il Razzismo della Chiesa Cattolica: gravissime affermazioni su gay e trans


Leggete questo articolo:

"Niente Regno dei Cieli per trans e gay"

Gli omosessuali e i trans «non entreranno nel Regno dei cieli», afferma il card. Javier Lozano Barragan, ex «ministro della salute» vaticano ai tempi del caso Eluana Englaro, precisando però che «non sta a noi condannare» e che «sono comunque persone e in quanto tali da rispettare».

Non lo cito tutto perchè sono disgustato, andate nel sito della Stampa e fate voi.

Ma voglio scrivere due righe, io che sono agnostico ma porto rispetto alle religioni, per domandarmi che fine abbia fatto il messaggio di amore e fratellanza di Gesù Cristo, come vengano considerate oggi le parole di San Francesco d'Assisi.... ma soprattutto mi chiedo: a parte la contrapposizione del dire prima «non entreranno nel Regno dei cieli» e subito dopo «non sta a noi condannare» e «sono comunque persone e in quanto tali da rispettare», quando la condanna questo imbecille la esprime per bene e così facendo manca di rispetto a gay e trans, c'è anche da dire: se volevano condannare qualcuno o qualcosa, perchè non guardavano DENTRO la Chiesa, e quindi a tutte le migliaia di pedofili (non solo a Boston, culla della pedofilia ecclesiastica) che vestono l'abito talare?

La Chiesa Cattolica è razzista, è indietro coi tempi, e mi fa vomitare quando parla così. Questo losco figuro, il card. Javier Lozano Barragan (potete ammirare la sua bella faccia nella foto qui a fianco), dovrebbe buttarsi dalla finestra di un grattacielo.

Le mando i miei saluti, eminenza: da eterosessuale come sono non mi sento diverso da chi ha gusti diversi dai miei, mi sento invece diverso da lei, che con le sue parole insozza la razza umana.

E mi fermo qui.

Nessun commento:

Posta un commento