venerdì 19 marzo 2010

Come si costruisce una manifestazione? Coi soldi: spam di sms e email, e la Metro gratis!

.
Oggi dal sito dell'Unità e dal blog di Gianfranco Mascia è rimbalzata la notizia che ormai tuti sappiamo: il PDL avrebbe contattato tramite delle agenzie interinali una moltitudine di iscritti alle stesse offrendo 100€ a chi andrà alla manifestazione tarocca indetta per domani indossando la maglietta pro-Berlusconi. Così facendo si è arrecata una grave offesa nei confronti di milioni e milioni di disoccupati che da queste agenzie aspettano quello che oggi è davvero un miracolo, data la recessione economica del nostro paese: un lavoro.


Le sorprese purtroppo non finiscono qui: altre notizie piovono sulle redazioni dei giornali, e riporto qui le più significative.

Anzitutto la pioggia di sms ed email che ha inondato i cellulari privati ed aziendali oltre che le caselle di posta elettronica di tanti cittadini. Con questi il Kaiser esorta i cittadini ad unirsi a lui nella manifestazione di sabato 20. Può farlo? NO! Per inviare sms e email di propaganda elettorale occorre il consenso degli interessati, come ha ribadito meno di un mese fa il Garante della Privacy in un provvedimento pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale. E perché Berlusconi l'ha fatto allora? Perché come al solito ha sprezzo delle regole, non ci vuol molto a comprenderlo. La firma è della Presidenza del Consiglio, e questo spiega sulle spalle di chi sarà addebitata la spesa di questo spamming: le nostre. Repubblica riporta una sfilza di lamentele e di segnalazioni all'autorità garante della privacy, e a questo proposito il Garante ha ricordato, ancora una volta, a partiti politici, comitati promotori, sostenitori e singoli candidati che non è possibile contattare telefonicamente i cittadini che non abbiano espresso un preventivo consenso ad essere chiamati. Ma Berlusconi l'ha fatto lo stesso, in barba alle regole, com'è suo stile.

La seconda notizia invece riguarda la Metro gratis solo per le zone percorse dal corteo del PDL e non per quelle coperte dal corteo che difende l'acqua pubblica, che ci sarà sempre domani. Un consigliere comunale del PD, Valeriani, dice: "Abbiamo un fax a firma del responsabile della Metro B di Roma, Alberto Vinci inviato a tutti i direttori delle centrali del traffico della linea B della metro, in cui si chiede di aprire i tornelli della metro sabato, in occasione della manifestazione del Pdl, dalle ore 11 alle ore 16 per le stazioni di Eur Fermi e Palasport (dove arriveranno i pullman del manifestanti) e dalle 19 alle 21 nelle stazioni di Circo Massimo, Piramide e Colosseo, per permettere agli stessi manifestanti di tornare ai pullman. Fermo restando che già in altre occasioni, anche in passato si è seguita questa procedura - sempre però con una richiesta da parte del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, che in questa circostanza non risulta esserci - ho depositato un'interrogazione consiliare al sindaco Alemanno e all'assessore Marchi per sapere il motivo per cui tale decisione non sia stata pubblicizzata e per conoscere ulteriori dettagli, anche di tipo economico, su tutta l'operazione. Non capiamo, insomma - aggiunge Valeriani - perché tutto si svolga 'auhm auhm', come sempre più spesso avviene nella Roma di Alemanno. Inoltre nell'interrogazione chiedo anche di conoscere i motivi per cui questo accesso gratuito sia concesso domani per i manifestanti del Pdl e non per l'altra grande manifestazione che si tiene in città contro la privatizzazione dell'acqua. Non capiamo per quale motivo si usino due pesi e due misure: metro a pagamento per i manifestanti che difendono l'acqua pubblica, metro gratis per quelli del Pdl".

Quindi Repubblica afferma che ci sarebbe un accordo, e anche se la cifra non è stata comunicata, da alcune indiscrezioni pare si aggiri sui 15mila euro. Sulle spalle di chi? Presumibilmente anche qui su quelle dei cittadini.

Ricapitoliamo: con 100€ si vuole comprare la partecipazione dei disoccupati, poi si inondano di sms e email i cittadini, ed infine si paga la Metro solo per i manifestanti del PDL (gli altri, quelli che difendono l'acqua pubblica, pagano).

Non vi fa schifo tutto questo? A me sì, e tanto. Berlusconi opera nella convinzione che i soldi comprano tutto. Io però non mi faccio comprare, voi?

.

3 commenti:

  1. Ci sarà qualche cronista con telecamera a intervistare qualche figurante?
    La piazza non è il luogo chiuso dove i La Russa possono impedire al popolo di parlare,di essere intervistato,di esprimersi.

    RispondiElimina
  2. Sono convinto che i 4 gatti in piazza oggi se non venissero pagati si lancerebbero in un linciaggio.
    Anzi lo spero e mi piacerebbe che i celerini gli facessero strada (poveri celerini basta farci 2 parole per vedere in che condizioni sono trattati).
    Cortesemene se qualcuno ha un'indirizzo di una livewebcam per piazza san giovanni lo faccia sapere, vorrei contare le persone.......................

    RispondiElimina
  3. Si assume gente per andare in piazza, del resto oggi si celebra un imprenditore, non un politico o un ideologo.

    Ti aggiungo ai link del mio blog, grazie e complimenti

    RispondiElimina