venerdì 2 aprile 2010

Minzolini attacca la Busi (a sproposito) e si copre di ridicolo

.
Il Ministro della Prpoaganda parte all'attacco, e usa i suoi poteri di plastica di Podestà del Kaiser al TG1 per bastonare Maria Luisa Busi, "rea" di aver esposto la tragica situazione del TG1 in una intervista a Repubblica.


Stavolta il minzognere si è coperto di ridicolo, dimentico (?) di quanto può dire e fare la Busi in quanto componente del Consiglio nazionale della Federazione della stampa: lei infatti può esprimere opinioni nell'esercizio delle sue funzioni di sindacalista, e rilasciare interviste senza previa autorizzazione di nessuno.

La lettera nera è giunta per conoscenza anche al capo del personale, Luciano Flussi, con la richiesta di aprire un procedimento disciplinare contro la giornalista "in quanto rea di non aver chiesto l'autorizzazione per l'intervista, di avere commentato la linea e i dati di ascolto del Tg1". Simile richiesta di "punizione" da infliggere alla Busi è stata girata anche a Mauro Masi, ma il direttore generale tace, e per forza: lui ha considerato la carica che la Busi ricopre nel Consiglio nazionale, e sa ch'ella può parlare e criticare, come e quando vuole.

A Minzolini questo però non piace (il dissenso è sgradito nei Regimi), e siccome non può punirla lui direttamente (per le funzioni che la Busi ricopre, come detto, e che le lasciano libertà espressiva non coartabile) il minzognere scarica la patata bollente della vergogna su altri, con una vigliaccheria senza pari. L'importante era scatenare un vespaio, e far vedere all'elettorato del PDL che chi sbaglia paga, anche quando non c'è un errore. Non è forse il governo del "fare", quello di cui fa parte il minzognere in quanto Ministro della Propaganda?

Nel frattempo piovono critiche su Minzolini dagli altri comitati di redazione, quelli del TG2 e del TG3, per la decisione riguardante i 4 giornalisti presi a bastonate, e Tiziana Ferrario, uno dei volti rimossi, ha dichiarato di essere: "molto stupita e amareggiata. Minzolini mi ha comunicato per telefono la decisione di rimuovermi dal video. Io sono in vacanza, in Siria, gli ho chiesto di parlarne di persona dopo Pasqua, lui mi ha risposto che ha fretta di rinnovare il Tg1. Il ruolo che mi offre? Mi propone di fare l'inviata per le grandi aree. Non capisco di cosa si tratta. Vedrò". E in effetti "inviato per le grandi aree" cosa significa? Siberia?

Minzolini quindi si è ancora una volta coperto di ridicolo, e sta cercando di schiacciare il dissenso dei giornalisti della "sua" redazione a colpi di bastone, in perfetto stile squadrista, anche e soprattutto sprezzando le regole che lui per primo deve rispettare. Attendo con trepidazione un suo nuovo editoriale sull'argomento, da NON guardare alla TV (il TG1 va evitato), ma da rivedere su internet... c'è un utile per me: la visione dell'ultimo ha risolto una situazione preoccupante di stitichezza che perdurava da cinque giorni! Avrà percaso il minzognere trovato un nuovo lavoro come rappresentante delle case farmaceutiche che curano questo problema fisiologico?

.

Nessun commento:

Posta un commento