lunedì 5 aprile 2010

Una strage a Baghdad nel 2007: bambini e giornalisti, definiti "forze ostili" dai soldati U.S.A.

.
Segnalo questo articolo e questo video, impressionanti: le truppe americane in elicottero che feriscono e uccidono bambini e giornalisti a Baghdad nel 2007. La spiegazione? Erano "forze ostili"...

Collateral murder

Poche ore fa Wikileaks ha presentato il video che vedete qui sotto (l’avevo messo online subito alle 18 senza spiegazioni: ora ho il tempo di descriverlo): è stato ripreso da un elicottero apache statunitense durante un’azione a Baghdad nel 2007. L’elicottero aveva sparato uccidendo 12 persone tra cui un fotografo e un autista della Reuters: i miltari avevano sostenuto allora che si fosse trattato di un combattimento contro “forze ostili”. Dal video non sembra: i responsabili della Reuters avevano chiesto accesso al materiale girato dall’elicottero ma era stato loro negato. Il video è ora entrato in possesso di Wikileaks che lo ha appunto messo online. È abbastanza impressionante: nei ripetuti attacchi dell’elicottero vengono anche feriti due bambini. Per ora lo hanno segnalato solo la BBC e lo Huffington Post, tra le grandi testate giornalistiche. (Anche Le Monde e Al Jazeera: tra poco la daranno tutti)



“WikiLeaks has released a classified US military video depicting the indiscriminate slaying of over a dozen people in the Iraqi suburb of New Baghdad — including two Reuters news staff. Reuters has been trying to obtain the video through the Freedom of Information Act, without success since the time of the attack. The video, shot from an Apache helicopter gun-site, clearly shows the unprovoked slaying of a wounded Reuters employee and his rescuers. Two young children involved in the rescue were also seriously wounded. For further information please visit the special project website
_ _ _ _ _

Oggi 6 aprile ne parla anche Repubblica:

Diffuso un video in cui si vede un gruppo di persone, fra cui un reporter
della Reuters, attaccati da un Apache. Uccisi anche due bambini

Scambiano teleobiettivi per lanciarazzi, Elicottero Usa uccide dodici civili in Iraq

WASHINGTON - Un video del Pentagono ottenuto dal sito collateralmurder.com mostra le immagini della uccisione a Bagdad di undici persone - compreso un fotografo della Reuters, il suo autista ed un iracheno che aveva tentato di soccorre i feriti - da parte dell'equipaggio di un elicottero Usa Apache che aveva scambiato un teleobbiettivo per un lanciarazzi.

Il video mostra la prima scarica di proiettili sparata contro il gruppo, che stava solo camminando per la strada, seguita da altri attacchi contro un guidatore iracheno che si era fermato per soccorrere alcuni dei feriti. La uccisione del fotografo Namir Noor-Eldeen e del suo autista Saeed Chmagh avvenne il 12 luglio 2007 in un quartiere sud-est di Baghdad. Il filmato, diffuso dal sito, è girato da videocamera automatica dell'elicottero Apache e contiene la registrazione degli scambi concitati tra i soldati Usa.

"Guardate quei bastardi morti!", esclama uno dei piloti dopo il primo attacco contro il gruppo. Quando il 'samaritano' iracheno, che ha nel suo furgone due bambini, tenta di prestare soccorso ai ferito, l'equipaggio dell'elicottero chiede il permesso per poter aprire di nuovo il fuoco. "Forza, lasciateci sparare!", esclama uno dei soldati sull'elicottero.

Quando emerge che nell'attacco sono rimasti feriti anche i due bambini sul furgoncino, uno dei soldati esclama "E' colpa sua, non doveva portare i bambini nella battaglia!". Le immagini mostrano dei soldati americani arrivati in veicoli blindati sul luogo dell'incidente tentare di salvare i bambini feriti portandoli in un pronto soccorso Usa. Ma i soldati ricevono l'ordine di portare i bimbi feriti in un normale ospedale iracheno.

.

Nessun commento:

Posta un commento