martedì 15 giugno 2010

Fini minacciato da Berlusconi: scommettiamo che chinerà il capo?

.

Quale scusa avrà da propinare alla stampa Gianfranco Fini per giustificare il suo prossimo gesto, e cioé chinare il capo davanti all'ultima minaccia di Berlusconi? E' più importante per Fini evitare che venga approvata una legge criminogena e totalitaria (il bavaglio alle intercettazioni e alla stampa), operando quindi a favore della Giustizia, del Giornalismo e dei cittadini, oppure è più importante per lui rimanere attaccato al capezzolo del potere?

Un potere falso, perché sempre condizionato nel suo esercizio dal Kaiser.

Il dilemma per Fini e la corrente "finiana" del PDL non è poi così arduo da risolvere: abbiamo visto le patetiche pagliacciate del presidente della Camera e dei suoi seguaci negli ultimi 3 mesi: alla TV e ai giornali tante dichiarazioni di risolutezza nei confronti delle sparate di Berlusconi, e poi un muto assenso quando il Kaiser alza la voce, con pseudo giustificazioni sulla "bontà" della legge scandalo.

"Gianfranco dica sì o è fuori dal partito, stavolta non accetto compromessi". Compromessi che non ci sono mai stati, sia chiaro. "Mettiamoli fuori dal partito. Andiamo a votare". Queste sono le minacce di stampo nazista di Berlusconi. E Fini? "Sulle intercettazioni è finito il tempo dei compromessi. Per un semplice motivo: se questo diventa l'ultimo passaggio parlamentare, subito dopo la legge entra in vigore. E noi non possiamo accollarci la responsabilità di norme sbagliate".

Responsabilità di norme sbagliate... arrivi in ritardo, Gianfranco! E' dai primi anni 90', da quando Berlusconi è "sceso in campo", che ti sei seduto al tavolo del potere, avallando 39 leggi ad personam pro-Berlusconi in materia civilistica e soprattutto penalistica, avallando finaziarie che hanno condotto l'Italia al tracollo economico, avallando leggi che hanno creato disoccupazione in tutti i settori cardine: scuola pubblica in primis. E ora fai il moralista?

Questo è un vero braccio di ferro o solo l'ennesima pagliacciata? Conviene a Fini che cada il governo? Forse. Conviene a Berlusconi? Sicuramente no: con l'Italia che in tante province, regioni e comuni sta tornando al Centro Sinistra il rischio per Berlusconi è grosso, a meno che non abbia gli uomini giusti a pilotare gli esiti delle prossime elezioni, come temo. Allora? Tutto fumo. Gli accordi ci sono già. Cosa sarà conesso a Fini per farlo sembrare il salvatore della patria? Poco o niente, vedrete.

Fini non farà niente. Io non ci credo. Ma ammetto che è nei miei sogni essere smentito.

.

Nessun commento:

Posta un commento