mercoledì 1 settembre 2010

Sassari, test di ammissione a Medicina e Odontoiatria: quanti gli incozzati?

.
E siamo a settembre. Come ogni anno saranno migliaia i ragazzi e le ragazze impegnati nei test di ammissione alle facoltà di Medicina e Odontoiatria. Faccio questi due esempi, seppure i test riguardino anche altre facoltà, perchè è in queste che negli anni abbiamo annoverato le operazioni di nepotismo più scandalose.

Ho letto che per questo 2010 saranno circa tremila i giovani che tenteranno la prova di ammissione alle facoltà sopraindicate qui a Sassari, e mi chiedo: quanti saranno i figli/parenti di primari (o di amici di primari) oppure di politici che avranno la spinta giusta? Quanti avranno già in tasca le risposte necessarie per sopravanzare i più preparati e studiosi accedendo all'agognato corso di studi?

E' proprio così, ed è un fenomeno che a macchia d'olio infanga tutta l'Italia, dove a fare le spese di questo nepotismo sono gli studenti più preparati, e soprattutto quelli che sanno cosa significa studiare fra mille sacrifici (anche e soprattutto delle loro famiglie) e poi vedersi superati dagli incozzati di turno. Sarebbe bello che qualcuno si prendesse la briga di fare un giro degli ospedali e delle facoltà, per incrociare i cognomi di chi ci lavora con quelli di chi ci studia, e vedere le risultanze di questo confronto.

Ma basta andare in rete, su Google, e fare qualche ricerca. La più significativa riguarda appunto queste irregolarità nei quiz, a livello organizzativo e poi decisionale: segno di un malcostume italiano che non premia secondo meritocrazia ma secondo parentele e conoscenze.

Leggete questo blog (del 2007, ma ce n'è tanti), e fatevi un'idea di tutto questo. Per celerità riporto le pagine che a noi sardi interessano di più, e che riguardano i test di ammissione a Sassari e Cagliari, ma ci sono tante di quelle segnalazioni che riguardano tutto lo stivale, che ci vuole stomaco forte per andare fino in fondo nella lettura.


QUIZ, LE IRREGOLARITA' CHE CI STATE SEGNALANDO

SASSARI e CAGLIARI

Giorgia
Ho svolto il test di ammissione in medicina nell'ateneo di Cagliari. Anche nella mia aula ci sono state non poche irregolarità: la scatola è arrivata in aula aperta, portata da due commissari e uno studente di medicina, allo scadere del tempo disponibile non c'è stato nessun ritiro di penne, si è creata una fila per la consegna durante la quale molti consultandosi con amici hanno corretto risposte proprio davanti alla cattedra della consegna, molti altri sono rimasti comodamente seduti e hanno continuato a rispondere ai quesiti approfittando del fatto che i tre "controllori" erano distratti da tutti gli studenti che stavano consegnando il plico. Il giorno dopo ho dato anche il test di ammissione per Odontoiatria. Nella mia aula c'era una particolare presenza di ragazzi di un paese in provincia di Trapani, arrivati numerosi nel mio ateneo, forse perchè c'è sempre stata una media più bassa rispetto al resto dell'Italia. Erano più di 10, tutti seduti vicini. Stavolta c'erano tre "controllori" che nonostante si siano accorte della confusione che i 10 facevano (peraltro disturbando chi il quiz lo stava facendo per conto proprio) si sono limitate a richiamare questi chiedendo il favore di copiare in maniera meno spudorata. Uno scandalo.

Cinzia
Salve, ho già inviato una segnalazione, ma mi sono dimenticata di aggiungere qualcosina sul test che ho fatto di Chimica e tcnologie farmaceutiche dell'università di Cagliari...ho notato che quando ci hanno fatti entrare nell'aula, i test non erano sigillati...ma erano APERTI e stavano li sulla cattedra...è normale o non è possibile che avvenga anche questo??sono sempre più allibita...certo, forse non è il primo anno che capitano queste cose, ma stavolta sono stati proprio spudorati...ah, un'altra cosa: ho fatto il test sulle professioni sanitarie, e hanno annullato ben 7 domande...tutte quelle di logica!!!ora, se una persona non se la cava tanto bene in qualche materia(come chimica o matematica) ed è costretto a lasciare in bianco quelle domande sulle relative materie...qui è stato costretto anche a lascaire in bianco quelle di logica, che alla fine erano facili e avrebbero potuto dare più punteggio a qualcuno.quello che ci vuole sarebbe....annullare i test!!!!!!!!!!!!!!!

Francesco
Salve, ho partecipato al test di ammissione di Scienze Sanitarie presso l'università di Cagliari (cittedella universitaria di monserrato), dopo circa mezzora dall'inizio del test, viene fuori che 5 delle 80 domande complessive devono ritenersi nulle, visto che incomplete perchè mancanti di grafici e/o tabelle, e uno dei quesiti è irrisolvibile. Credo che l'annullamento di 6 quesiti su 80 sia penalizzante; oltretutto non ho la certezza che il test fosse incompleto in tutte le aule dell'università... mi chiedo, è lecito chiedere un annullamento della prova?

Anonima
Ho partecipato al test d'ammissione di medicina all'università di Sassari. Segnalo alcune irregolarità: La commissione all'atto della consegna delle buste ha verificato il mio documento d'identità senza associare il codice al mio cognome e questo non verrà mai fatto sino al momento della compilazione e successiva consegna dell'anagrafica (si sarebbero potuti tranquillamente scambiare i plichi e/o compilare le anagrafiche con cognomi di altri candidati associando quindi successivamente un codice ad un'altra persona. Erano presenti al palazzetto dello sport (dove si è svolta la prova) numerosi studenti di altre facoltà giunti solo esclusivamente per aiutare amici e /o conoscenti. A nessuno è stato assegnato un posto preciso e prima dell'inizio della prova c'è stato un continuo scambio di posti. Durante la consegna molti candidati neo-diplomati si sono fermati presso amici che frequentano odontoiatria e si sono fatti correggere le risposte, (fatalità alcune persone di mia conoscenza con questo stratagemma sono entrati in graduatoria). Nonostante un controllo erano presenti cellulari e calcolatrici ( la mia vicina di posto ce li aveva e li ha usati). Diversi candidati erano avanti con gli anni (cosa ci facevano?). Quindi visto tutto ciò (era possibile scambiare i plichi alla fine della prova e quindi farsi fare il test da un'amico magari iscritto ad odontoiatria e lì presente, era possibile scambiare le anagrafiche e quindi associare codici a candidati diversi, era possibile correggere le risposte durante il tragitto tra gli spalti e le cattedre di consegna, era possibile cambiare posto, era possibile usare cellulari e calcolatrici) si può dire che la prova si è svolta regolarmente? A mio avviso no!!!! Spero che il ministro annulli le prove e abolisca il numero chiuso!!!

Paolo
Come tanti ho partecipato alla prova di odontoiatria nel ateneo di sassari. Anche in quest' ultimo ci sono state molte irregolarità,gente accompagnatrice,i controllori che se ne fregavano altamente se ci si scabiavano opinioni,o addirittura i compiti,ragazzi con l'auricolare e via dicendo,spero che il test si possa rifare visto che come tanti ho studiato diversi anni per poterlo superare

Anonima
Volevo segnalarvi anch'io le irregolarità che ho riscontrato nell'univeristà di Cagliari. Ho fatto vari test (tutti quelli in campo medico) e solo in quello delle professioni sanitarie ho fatto un punteggio bassissimo. Conseguire un punteggio simile non mi è successo neanche in tutte le prove ufficiali che ho svolto a casa mia degli scorsi anni e degli stessi corsi di studio. Inoltre il test era molto più facile per quel che riguarda le mie possibilità, rispetto ad esempio del test di medicina...e questo potrebbe farmi pensare che ci sia stato qualche "scambio" con le schede... Non solo, ma nella mia aula, che conteneva solo una cinquantina di persone (quindi risultavamo ben visibili dalla commissione-formata da 2 persone-), la ragazza a fianco a me usava in continuazione il cellulare!!!! Al momento dell'inizio delle prove non ci hanno fatto neanche depositare le borse, ce le hanno fatto tenere con noi, dicendoci: "Ci fidiamo di voi!!!!" ma com'è possibile tutto questo? Non è assolutamente giusto e voglio che risolvano queste ingiustizie perchè x colpa loro non posso realizzare il mio sogno!!

Giovannina
Buona sera siamo 5 studenti che hanno effettuato il test d'ingresso per le lauree Sanitarie a CAGLIARI ci son state troppe ingiustizie. Una delle quali il test è inizziato con 40 minuti di ritardo una ragazza è entrata alle 11:30, le domande erano dentro delle scatole di risme non erano affatto sigillate nel modo corretto. Vorrei raccontarvi tanto altro ma scriverei un romanzo l'unica cosa che vorrei chiedervi è questa RAGAZZI DI GALIARI FATEVI SENTIRE O MEGLIO FACCIAMOCI SENTIRE NON PUò ANDARE AVANTI COSì UN'INGISTIZIA DEL GENERE FCCIAMOCI SENTIRE.

Monica
Ho fatto il test di medicina il 4 settembre all' università di Cagliari e come tante altre persone quando ho guardato il mio risutato su internet sono rimasta a bocca aperta...mi macavano circa 7 punti al mio presunto punteggio. dopo aver guardato la mia "scheda" mi sono accorta che le risposte a molte domande date non erano assolutamente le mie...un esempio quella di Rosso Malpelo che ho fatto proprio quest'anno a scuola e sono sicurissima di aver messo Verga invece mi compare Pirandello. senza contare domande a cui io ho dato certamente una risposta invece mi compare punteggio 0. oggi appena mi sono accorta della situazione ho chiamato al numero verde del sito internet miur e mi sono sentita rispondere: "signorina è impossibile ciò che lei mi sta dicendo. provi a richiedere all' università la sua anagrafica che noi non abbaimo e guardi se coincide con i suoi dati...perchè forse lei ha scambiato la scheda con qualche altro partecipante"...cose da pazzi! rimango tutta l'estate studiando per poi sentirmi dire tali scemenze. Spero che qualcuno paghi per questi imbrogli

Ania
Ho effettuato i test a Sassari,nota ormai per le numerose irregolarità e per la palese omertà di chi sa ma è accondiscendente a tutto il losco giro di truffe. Nonostante che quest'anno lo svolgimento del test è stato spostato in una sede più grande rispetto alle aule piccole della facoltà di medicina di San Pietro,ne ho letteralmente visto di tutti i colori. la mattina del test per medicina volavano cellulari nascosti,ognuno sceglieva dove potersi sedere(magario vicino all'ex compagno di classe secchione),genitori,parenti ed amici già iscritti in altre facoltà,che ovviamente non erano lì a quarant'anni (o più)suonati pronti a coronare il sogno di diventare medico! Come se non bastasse,il giorno del test in odontoiatria,sono stata accompagnata da mia sorella(iscritta in medicina) e lei ha notato che erano numerosi i suoi colleghi già iscritti non in odontoiatria ma in medicina.Ora,dubito che chi è riuscito ad entrare in medicina volesse tentare di entrare in odontoiatria,visto che la selezione in medicina risulta molto difficile e resta il sogno di molti(ed anche perchè i posti sono molto più numerosi). per quanto riguarda le professioni sanitarie,erano sempre presenti cellulari,passaggi di risposte etc..addirittura c'era chi usciva durante il test per andare in bagno(più d'uno per volta) e poi si sedeva non al suo posto ma in quello di qualcun altro. ora mi domando se questa è la realtà italiana!è così che vogliono che il medico del domani venga formato?è con la truffa che si può riuscira a salvare vite umane? mi viene da pensare che è così che deve diventare il bravo medico,cioè quello che al pronto soccorso ti dice che puoi andare a casa tranquillo e poi ti fa morire poche ora dopo magari per un infarto non diagnosticato chissà come mai in tempo (diamo pure la colpa alla fatalità!)?o quel bravo medico che ti dimentica una garza(quando ti va bene)nella pancia? per rallegrare la mia situazione poi,guardando il tg3,mi sono pure dovuta sorbire la ramanzina del giornalista,il quale vantava il miglior studente di Bari che aveva ottentuto risultati eccelsi rispetto a quelli del "migliore" in medicina a sassari!con lo scandalo per i test??!!ma il giornalista quando lo aveva preparato il servizio?3 anni fa? mah sono sempre più delusa ma non arrendiamoci!

Ambra
Vorrei far presente che alla consegna dei test svolti a Sassari non c'0è stato riscontro nel verificare che chi stava consegnando il test fosse realmente il diretto interessato
es. il sig.Rossi poteva svolgere e consegnare il test del sig,Bianchi poichè alla consegna non c'era riscontro con carta d'identità.
_ _ _ _ _

Poi segnalo questo commento di una ragazza che ha fatto il test nel 2009 sempre a Sassari:

A Sassari la cosa più vergognosa è il luogo dello svolgimento del test, il palasport comunale, circa 1000 ragazzi seduti sulle gradinate sporche di escrementi di piccione. Naturalmente senza un piano su cui scrivere, i fogli svolazzanti scivolavano dalle ginocchia creando non poche difficoltà ai partecipanti. In alcune zone i gradini erano particolarmente alti e i concorrenti non toccavano con i piedi per terra, i poveretti hanno dovuto risolvere il test semisdraiati per creare un ripiano col proprio corpo! Il caldo era soffocante e naturalmente senza poter mangiare nè bere dalle 9 alle 14! Chi decide sull’idoneità del luogo? Si è fatto il test tra sporcizia e disagi, ricordava i racconti dei campi di concentramento! CHE VERGOGNA!!!!

.

2 commenti:

  1. io fatto il test il 2 Settembre di medicina, e l'8 di professioni sanitarie a Sassari, al palasport. A parte i disagi, visto che eravamo costretti a scrivere sulle ginocchia perchè seduti nelle tribune, ma la delusione è stata un'altra: al termine del test di medicina c'erano 400 persone ammassate negli scalini, con la busta del test aperta, qualcuno scriveva ancora dopo che sono state ritirate le penne, a qualcuno è caduta la busta (forse raccolta da altri?), auricolari, cellulari...
    durante il test di professioni sanitarie qualcuno è andato in bagno, ha scambiato il posto... stessa storia per quanto riguarda i dispositivi elettronici.
    A qualcuno non torna il punteggio aspettato. E come mai ci sono persone che pagano 20 euro per totalizzare -8,25?? su questo ci sarebbe da aprire un capitolo, visto che proprio oggi ho letto il commento di una ragazza che si è preparata per il test ed era certa di aver totalizzato un punteggio alto. nella graduatoria si è ritrovata con 0,25 punti, e la risposta è stata: "E' stato un errore della macchina per la correzione!" Ma scherziamo?? Chissà quanti voti verranno ritoccati...

    RispondiElimina
  2. TRUFFA O ERRORE DEL SISTEMA?
    alcuni degli studenti che hanno partecipato al bando per professioni sanitarie hanno riscontrato degli errori clamorosi nella graduatoria pubblicata venerdi, in breve:
    gli interessati sono tutti gli studenti aventi come matricola di elaborato la serie che va dalla 4000 alla 4999, i seguenti partecipanti si ritrovano tutti i risultati di biologia in negativo di 2 3 o 4 punti, i risultati di chimica che vanno da 0 a 2 punti e ammanchi di vari punteggii nelle domande di cultura generale, con un conseguente ribasso da 10 a 35 punti del proprio punteggio finale e quindi esclusione dalla graduatoria degli ammessi.
    anche altri studenti lamentano numerose discrepanze di punteggio, ma su questo non abbiamo delle prove certe.
    per un riscontro le graduatorie sono visibile on-line e presso la facoltà.
    gli studenti si recaranno tra LUNEDì e MARTEDì per avere una nuova correzzione dei compiti e una giusta graduatoria in base al giusto punteggio.

    RispondiElimina