martedì 5 ottobre 2010

Dal Piemonte alla Lombardia: il centro destra che bara alle elezioni

.
Provo schifo, ma non mi stupisce. Ci siamo scandalizzati per i brogli nei conteggi alle elezioni regionali in Piemonte, con la discussa e contestata elezione del leghista Cota. Oggi l'ANSA ci dice che in gran sodina è partito il riconteggio dei voti reativi alle due liste che il TAR aveva annullato. Sì, in sordina: perché Bossi e Cota hanno gridato alla rivoluzione, hanno chiamato la Padania alle armi, pronti a combattere per un qualcosa che probabilmente è stato acchiappato con l'inganno. Vedremo cosa succederà.


Dal Piemonte passiamo alla Lombardia. Anche qui c'è da scandalizzarsi. L'altra notizia di oggi è che almeno 350 firme della lista Formigoni erano false, il che significa che Formigoni non si doveva neppure presentare alle scorse elezioni. Ma vi rendete conto?

350 nomi non erano autentici, e il Partito Radicale ha pronta una denuncia per Falso, l'accertamento è stato fatto da un perito calligrafo. E’ un numero sufficiente sul piano della procedura a imporre che in Lombardia si possano fare elezioni legali.

Il Fatto Quotidiano racconta: "La lista ‘Per la Lombardia’ di Formigoni era stata esclusa il primo marzo scorso dall’Ufficio regionale presso la Corte d’appello di Milano, che aveva accolto il ricorso della lista Bonino-Pannella secondo la quale il numero di firme valide non era sufficiente. Il giorno dopo il centrodestra presentò a sua volta un ricorso che non fu accolto. Per questo si rivolse al Tar presentando altri due ricorsi: uno personale di Roberto Formigoni e uno della lista. Due giorni dopo il Tribunale amministrativo accolse una richiesta di sospensiva che riammetteva di fatto la lista alle regionali. Decisione confermata il 9 marzo dalla sentenza e nuovamente il 13 marzo dal Consiglio di Stato, a cui si erano rivolti la Federazione della sinistra e la lista Bonino-Pannella.

Per recuperare le liste escluse (in Lombardia e nel Lazio), il governo aveva anche approvato un apposito decreto legge. I giudici del Tar della Lomardia avevano però deciso (senza tenere conto del decreto) di accogliere il ricorso del Pdl lombardo, secondo il quale i radicali non avevano alcun diritto a ricorrere contro l’ammissione della lista di Formigoni. Infatti, secondo la giurisprudenza amministrativa (e a questa i giudici della Quarta sezione si sono appellati), hanno diritto a fare ricorso solo i soggetti esclusi. In questo caso, insomma, solo il Pdl lombardo avrebbe avuto il diritto di opporsi alla decisione della Corte d’appello che l’aveva escluso dalla competizione elettorale. Inoltre, l’Ufficio centrale regionale che aveva in un primo momento ammesso la lista, non aveva più alcun potere di intervento. “Oggi – ha spiegato Cappato – abbiamo i tabulati perché abbiamo fatto ricorso come cittadini e non più come appartenenti alla Lista Bonino-Pannella”."
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Il centro destra bara, quindi. Bara la Lega, bara il PDL, barano tutti i politici di quell'area: non è più solo la menzogna l'arma con cui il centro destra crea e mantiene il consenso di elettori sempre più inebetiti, è anche il falso, è anche la corruzione, sono anche i brogli ai conteggi dei voti e tanto altro ancora: tutto pur di mantenere il Regime, un Regime fatto di accordi illeciti, di rapporti con la criminalità organizzata (le condanne di parlamentari e ministri parlano chiaro, per non parlare delle miriadi di indagini), di ipocrisia con la Chiesa.

Il centro destra è il guazzabuglio di tutto quanto di negativo esiste nella società italiana. Ma quand'è che gli italiani TUTTI apriranno gli occhi? Ci vuole poi così tanto?

.

3 commenti:

  1. Veramente nei conteggi dei voti in Piemonte non c'erano irregolarità.

    RispondiElimina
  2. Anzi è pure venuto fuori che anche la Bresso aveva la lista falsa:
    https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&cad=rja&ved=0CCoQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.lospiffero.com%2Fcantina%2Fcondannato-il-pensionato-della-bresso-7717.html&ei=oBxcUt7ALcPy7AbK34H4Bw&usg=AFQjCNEurYIIEo28qstCLJGPdzwcGFUruQ&sig2=5J5lxhjCqRPKD5jnYergBg&bvm=bv.53899372,d.bGE

    RispondiElimina