giovedì 16 dicembre 2010

La Russa e l'immunità parlamentare per insultare liberamente

.

Sto guardando Annozero. Oggi c'è La Russa, il ministro della Difesa. Come ogni volta che c'è, interrompe tutti, fa la paternale a Santoro, e stasera insulta un ragazzo che sta spiegando le ragioni della protesta studentesca.

Insulti a ripetizione: tanto ha l'immunità parlamentare. La Russa ha imparato bene la lezione berlusconiana, quindi delinque liberamente, tanto se un Magistrato chiede di procedere contro di lui per Ingiuria (un reato del Codice Penale) il Parlamento negherà l'autorizzazione a procedere, baluardo delle dittature.

Una domanda: ma La Russa gira con la scorta? Ci farei volentieri due chiacchiere...

Pagliaccio d'un fascista. E pure vigliacco, perché insulta sapendo che non verrà mai punito. Degno ministro delinquente di un governo di delinquenti. Fra l'altro da giovane lui il manganello poteva usarlo, lui sì. Oggi non si può fare niente.

.

Nessun commento:

Posta un commento