martedì 7 dicembre 2010

Le ultime notizie su Julian Assange

.

Due articoli significativi. Nel primo la voce che forse Assange oggi si recherà dalle forze di Polizia inglesi per rispondere della accuse di stupro. Ricordiamo che il mandato di cattura era stato emesso mesi fa dall'autorità giudiziaria svedese e poi ritirato per mancanza di prove, quindi è chiaro che questa è una trappola per consegnare Assange agli USA in modo che la bocca gli venga tappata per sempre. Poi, la notizia che il conto in banca dello stesso fondatore di Wikilekas è stato chiuso. Era in Svizzera, e leggete la scusa: davvero patetica...


Wikileaks: Oggi Assange davanti ai giudici per accuse di stupro
da: FreeAssange
Guardian: “Oggi Assange davanti ai giudici per accuse di stupro” Il patron di Wikileaks, Julian Assange, dovrebbe comparire oggi dinanzi ai giudici britannici per rispondere delle accuse di stupro in Svezia: lo scrive il Guardian. Secondo fonti anonime, il 39enne australiano avrebbe negoziato il suo rilascio su cauzione (per un importo tra le 100mila e le 200mila sterline). Sei persone dovrebbero essere chiamate a garantire per l’australiano, che ha messo in subbuglio il mondo della diplomazia mondiale. Il legale di Assange, Mark Stephens, non ha voluto confermare: “Non ho concluso alcun accordo con la polizia per il momento”.

Stephens aveva dichiarato lunedi’ di essere in contatto con la polizia britannica per organizzare un incontro su base volontaria del suo assistito, che si trova molto probabilmente in Inghilterra. “La richiesta e’ di interrogare Assange”, aveva spiegato l’avvocato, che si era detto preoccupato per una possibile estradizione di Assange verso gli Stati Uniti. Secondo la Bbc, la polizia britannica ha ricevuto un nuovo mandato d’arresto internazionale emesso dalla procura di Stoccolma in relazione alle accuse di stupro da parte di due donne svedesi.


Wikileaks/ Banca Poste svizzere chiude conto di Assange
da: Apcom
Ginevra, 6 dic. (Apcom) - La banca delle Poste svizzere ha annunciato di aver chiuso un conto bancario intestato al fondatore di WikiLeaks Julian Assange, per "false informazioni sul luogo di domicilio"; il conto - i cui dati compaiono sul sito di Wikileaks - era destinato agli aiuti diretti ad Assange e ad altri componenti del sito. PostFinance ha verificato se Assange avesse effettivamente un domicilio svizzero, come richiede la legge, senza trovare alcun riscontro: non è infatti risultato alcuna residenza a Ginevra, come invece indicato negli estremi del conto. I conti vengono infatti aperti solo nel caso di persone residenti nella Confederazione o nei Paesi vicini; per i cittadini di nazioni come Australia o Stati Uniti servono delle particolari relazioni con la Svizzera, come rapporti di affari o il possesso di una casa; in base alla legge contro il riciclaggio di denaro sporco, Assange è tenuto a fornire il suo reale indirizzo di residenza . (fonte Afp)

.

Nessun commento:

Posta un commento