sabato 21 maggio 2011

Italiani, pensate ai ballottaggi, noi intanto squassiamo la Giustizia

.
Cari italiani, guardatemi in TV, in un'unica giornata ho ordinato le interviste del TG1 e TG2, poi del TG4, TG5 e Studio Aperto. Sono venuti da me, scodinzolando, hanno fatto la fila ordinatamente, e io ho solo sorriso dall'alto della mia posizione. Già, perché i primi due direttori ce li ho messi io là, e devono scattare sull'attenti quando raglio, li pagate voi col canone, e questo mi fa godere; gli altri tre invece sono miei dipendenti, li pago io, e fanno quello che voglio se no li sbatto fuori a calci, come Mentana, quel comunista.

Italiani, cittadini dell'azienda Italia, concentratevi sulle nefandezze che stiamo vomitando addosso a Pisapia e De Magistris, ricordate che quei due sono amici dei drogati, amano l'Islam, vi alzeranno le tasse, e hanno una mira precisa: distruggervi tutti. Noi invece vi amiamo, e abbiamo lavorato solo per voi, perché noi facciamo politica solo per voi. Non è vero che Mafia, Camorra, 'Ndrangheta, Comunione e Liberazione, Massoneria, Nuova Loggia P2 eccetera sono nostri amici: voi elettori siete nostri amici, se quelli sono là e fanno affari con noi, che ci possiamo fare?

Perciò concentratevi sulla campagna elettorale, odiate Pisapia e De Magistris, intanto noi di nascosto faremo passare sottobanco la riforma della Giustizia, perché serve a voi, solo a voi, non dimenticatelo. Serve a voi che siete stati offesi da qualche reato, e noi taglieremo i tempi del processo, e resterete senza giustizia; toglieremo potere ai P.M. e le indagini saranno guidate dai dipendenti dell'Esecutivo: le forze dell'ordine, che siccome sono strutturate gerarchicamente obbediranno a noi, e noi faremo solo i vostri interessi, cittadini dell'azienda Italia. Fidatevi di noi, perché abbiamo a cuore solo voi.

Solo per voi il 27 maggio, alla vigilia dei ballottaggi, riceveremo le alte autorità della Corte di Cassazione, dell'Avvocatura dello Stato, del Consiglio Superiore della Magistratura, della Procura Antimafia, della Corte dei Conti, del Consiglio di Stato, della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, delle Camere Penali, del Consiglio Nazionale Forense.

Li riceveremo uno ad uno, pressati in un giorno solo, e basterà una mezzoretta per ognuno, li ascolteremo e gli spiegheremo che la riforma è epocale, che serve a loro anche se gli toglie mezzi e funzioni, e li manderemo a casa con lo zuccherino. E se non saranno d'accordo pazienza: noi siamo stati eletti dal popolo (sovrano) e stiamo lavorando per il popolo.

Basta con le Intercettazioni, basta coi Pubblici Ministeri: un bel bavaglio unito alla separazione delle carriere renderà più snello il loro operato, ma soprattutto più sicuro, perché noi, eletti da voi, guideremo tutto con la nostra onestà, col nostro senso dello Stato, il quale mai è stato così alto nella storia della Republica Italiana.

Noi presentiamo questa stupenda riforma col volto sorridente di Angelino Alfano, con la stordente simpatia di Niccolò Ghedini, e col proverbiale rigore morale di Silvio Berlusconi, il nostro e vostro messia. Voi guardatevi dai comunisti, perché essi sono dei drogati, terroristi, eversivi, antidemocratici, islamici, antirepubblicani, e soprattutto non si lavano, mentre i loro elettori sono dei coglioni.

Fatevi ancora guidare da noi. Noi siamo il partito dell'Amore, abbiamo Dio dalla nostra parte e vogliamo la Libertà... di fare quello che cazzo ci pare, e non cagateci il cazzo o ve la facciamo pagare.

.

Nessun commento:

Posta un commento