venerdì 16 settembre 2011

Silvio-Nicole: crocifisso nel seno, "Dio ti benedica" e segno della croce

.
Ratzinger? Bertone? Bagnasco? Ruini? "Contestualizzerete" anche questa porcheria?



(clicca sulla foto per ingrandire)

Corri, corri, governo di delinquenti: nessuno deve sapere le depravazioni di un maniaco che purtroppo ha la guida del paese perché le sue televisioni frullano il cervello alla gente comune! Corri, governo di delinquenti: la legge-scandalo sulle intercettazioni e sul bavaglio alla stampa deve passare, costi quel che costi... nessuno deve sapere niente. Berlusconi pochi giorni fa è andato da Napolitano a cercare di imporre un Decreto Legge che tarpasse le ali alla Giustizia e uccidesse la Stampa, ma ha incassato un no, perché per il presidente della Repubblica non ci sono i requisiti di necessità ed urgenza.

E subito saltano fuori nuove intercettazioni. Eravamo rimasti alle escort, cioé le prostitute, vestite da poliziotte e da infermiere, ora passiamo alla escort vestita da suora con tanto di crocifisso: cosa non si fa per un posto nel consiglio regionale della Lombardia!

Il Fatto Quotidiano di oggi racconta gli atti giudiziari relativi all'attività dei PM sul caso Tarantini-Lavitola e la presunta estorsione ai danni di Berlusconi (o è invece corruzione di Berlusconi ai loro danni? o tutte e due le cose?). Ecco una delle perle del Bunga Bunga: Nicole Minetti vestita da suora, che fa lo spettacolino nella sala col palo della lap dance, e Berlusconi le infila nel seno (nudo, come alcune testimoni avevano già raccontato, la Minetti stava così ai festini) un crocifisso, dicendole poi "Dio ti benedica" e facendosi il segno della croce.

Ora, già la povera Veronica Lario lo aveva urlato a chiare lettere: suo marito doveva essere aiutato. E' stato raccontato anche che varie volte in occasione di cenette a casa di Silvio le figlie, disgustate, si alzavano da tavola e scappavano da spettacolini poco edificanti. La solitudine del kaiser allora era stata ancora di più riempita da troiette che il fido Tarantini gli procurava, stando agli atti della Procura, per ottenere poi appalti importanti nel campo della Sanità. E ora siamo ai nuovi racconti di quelle scenette. Chissà cosa salterà fuori ancora.

E' scontato allora fare una domanda ai grandi moralizzatori d'Italia, quelli che "contestualizzano" ogni condotta penalmente rilevante di chi li aiuta economicamente e dà loro ragione sulle posizioni antiquate propinate alla brava gente allo scopo di controllarne le passioni. E la domanda è: signor Ratzinger, signori Bertone, Bagnasco, Ruini, "eminenze"... un crocifisso nel seno di una escort, un "Dio ti benedica" detto a una ragazzetta scaltra dopo uno spettacolino sexy, e soprattutto un segno della croce a suggello di una passione morbosa e sessuale non vi solletica? Voi che vi scagliate contro i gay per la loro "deviata condotta morale", non avete niente da dire?

Nella certezza che la risposta non ci sarà, getto lo stesso la pietra nello stagno.

Nel frattempo apprendiamo che Marysthell Garcia Polanco ha espresso il desiderio di fare anche lei la consigliera regionale. Ora si tratta di accertare se nel seno Berlusconi ha infilato anche a lei il crocifisso (o magari qualcos'altro).

.

Nessun commento:

Posta un commento