lunedì 19 dicembre 2011

Ignoranza e paura: Volpe all'attacco di Crozza. Con sorpresa finale

.
Ci sono persone a questo mondo che non si preoccupano di usare il cervello, ma applicano meccanicamente schemi in esso inculcati ad arte da altri. L'opium populi ha mietuto tante vittime sin da quando (e quindi dall'inizio) le religioni sono state create dall'uomo per via della sua superstizione. La superstizione, e tutto ciò che ne consegue, è figlia dell'ignoranza, e se viene alimentata la prima (per tenere a bada la seconda) il gioco è fatto, perché chi ci crede ha paura, e si fida dell'ipse dixit. Chi invece è scaltro se ne aprofitta e vive di rendita.

Lo sapeva bene la Chiesa cattolica (e altre confessioni religiose), che in ere oscure per sua volontà ha mantenuto il volgo ignorante, per muoverne più facilmente le passioni alimentando paure ataviche, combattendo la lettura dei libri e quindi la prima fucina del libero arbitrio (attività stigmatizzata nel "Nome della rosa" di Umberto Eco), e creando la Santa Inquisizione, istituzione che mandò a morire milioni di innocenti (soprattutto donne, chiamate "streghe"). Esattamente come fece poi in seguito e circa un secolo fa Adolf Hitler, quando fece bruciare tonnellate di libri imponendo al suo volk la lettura solo dei libri della propaganda (il "Mein kampf" su tutti), in modo da educare un nazione all'odio verso gli ebrei e poter realizzare l'Olocausto. Sono due esempi forti, ma sono la Storia: fatti inconfutabili.

Nella crescita dell'individuo, esperienze di vita, educazione parentale e un buon livello di cultura sono fondamentali.

In questo blog abbiamo in più di una occasione parlato di una persona vicina al Clero che dirige un blog, Pontifex, e che si chiama Bruno Volpe. Ecco, se volete un esempio di quanto letto sopra, potete entrare nel sito e leggere qua e là fra i vari post. Troverete tanto di quell'odio, razzismo, ignoranza da far impallidire chiunque.

L'esempio di oggi (ma sono invero tanti quelli che si possono fare) è quello di Maurizio Crozza, "reo" di aver toccato alcuni punti cari all'alto Clero (privilegi scandalosi) e di aver fatto una riuscitissima parodia dell'attuale Pontefice, Ratzinger. In un momento della nostra storia in cui sempre più gente è stufa che la Chiesa cattolica non paghi tasse, pur facendo una montagna di soldi con attività economiche d'ogni tipo (speculazione in Borsa compresa), c'è chi nel Clero continua ad arroccarsi su posizioni antiquate e moralmente illecite. In questo clima generale tanti esprimono sdegno per questo scandalo tutto e solo italiano, ma la TV e la rete devono tacere. Quindi se Crozza fa l'imitazione del papa egli va immediatamente attaccato con violenza. "Signor" Volpe, ma lei non è cristiano? Allora... perdoni, no?

Crozza fa l'imitazione di Monti che telefona a Ratzinger a Ballarò, e subito Volpe parte in quarta. Andate a leggere questi deliri:

CROZZA DERIDE IL PAPA, VERGOGNA RAI
CROZZA SI BURLA DEL PAPA. NON SAREBBE ORA DI SMETTERLA?
MONS. BERTOLDO: CROZZA QUANDO STARA' MALE, SI RICORDERA' DI AVER INSULTATO IL PAPA. TOCCO IL PAPA? E SE MI SUCCEDESSE QUALCOSA DI PESANTE?
GENOVA E NON SOLO: LA NATURA SI RIBELLA. I SEGNI DI DIO
e infine
CROZZA UMILIA E OFFENDE IL PAPA. FERMIAMOLO, E' PREDA DI IMPULSI SATANICI (nella foto Crozza a testa in giù!).

Davvero agghiacciante l'ignoranza e l'odio di questo che dovrebbe essere un cattolico particante, quindi una persona buona. Ma l'amore del suo Gesù dovè? "Diciamo basta alle uscite del guitto e gli chiediamo: la prossima volta faccia lo stesso con un Rabbino o un Imam così il secondo gli brucerà lo scenario e il primo gli scatenerà le orde dei riscossori di imposte."

E poi, ancora più agghiacciante la spiegazione "scientifica" del perché c'è stata l'inondazione a Genova: è la punizione di Dio perché Crozza fa l'imitazione del papa! Leggete: "Quando la natura e l'ambiente subiscono evidenti cambiamenti in peggio, alla fine accade l'inevitabile. Crediamo sempre di farla franca, e invece torniamo a fare i conti con lei ed a ravvivare inutili dibattiti nei quali, ipocritamente, tutti si gettano le colpe addosso. Dio, nella sua infinita bontà e misericordia, non manda il male, tuttavia lo permette. Questi avvenimenti sembrano davvero un castigo e il segno che la misura è colma." E la colpa di chi é? Di Crozza! "Una curiosità. Di quale città è il comico Crozza che aveva scherzato con i santi e la Madonna? Di Genova, naturalmente."

E' la stessa equazione applicata a Jovanotti. Come la morte di Francesco Pinna, l'operaio deceduto per il crollo del palco a Trieste, è dovuta secondo Volpe alla punizione di Dio per le affermazioni pro-condom del cantante, così l'inondazione di Genova è la punizione di Dio perché Crozza ha fatto Satira sul papa. Fra l'altro a causa di queste gravissime affermazioni di Volpe lo showman Fiorello (che aveva appena avuto come ospite Jovanotti nella sua trasmissione) gli aveva detto: "Fatti curare", e Volpe lo ha querelato...

Ma quanto è cattivo, il Dio di Bruno Volpe! Un comico fa Satira sul papa e subito Dio manda le cavallette, oops, scusate: l'inondazione a uccidere i concittadini di costui? E ancora: questo Dio, quindi cattivissimo, ammazza un giovane che lavora sul palco di un concerto, perché il cantante è a favore del profilattico? Allora, "signor" Volpe, ci spieghi: visto che c'è stato l'Olocausto, questo era per caso la punizione del suo Dio contro gli ebrei, dalla sua Chiesa vituperati nei millenni? Giustifica così anche questo, lei?

Fortunatamente Volpe però non è solo, c'è chi augura anche una morte infelice a Crozza, ed è un vescovo: tale Monsignor Arduino Bertoldo. Egli dice: "Quando sarà vecchio e prima di salutare questa vita o sarà ammalato, si ricorderà che un giorno aveva insultato il Papa. Dio non giudica, ma a volte qualche schiaffone capita". Ma come: Dio non giudica? Ma si contraddice con le sacre scritture che le sono state inculcate in quella testolina che si ritrova? Ancora: "Crozza, cambi idea, si converta. Gli ricordo che tutti quelli che come lui deridono il sacro e il Papa soffrono doppio e all'Inferno, come le dicevo, non ci sono panni tanto pesanti per coprirsi dal freddo della condanna. Bene o male, costui pagherà, se non rimedia, il fio di quello che combinato e da quanto sento, non è la prima volta. Chi si abbandona a queste azioni, peraltro, lo fa sempre su commissione". Su commissione? Ah, i comunisti quindi il demonio? Tutto quadra! Si attendono ora, dopo la condanna sancita da questo Bertoldo, anche quelle di Bertoldino e Cacasenno, così ridiamo ancora, eh!

Dopo l'imitazione di venerdì scorso a Italialand, Volpe riparte in quarta: "Di Crozza, ormai preda di impulsi satanici (perché come previsto dal Rituale Romano di Esorcismo, manifesta palese e prolungata avversione al Sacro), non ne possiamo più. Bisogna fermarlo con tutti i mezzi legali a nostra disposizione. Evidentemente, se ne è infischiato di un'alluvione." Ora è certo: il demonio si è impossessato di Maurizio Crozza, il quale va esorcizzato, perché non ha capito che l'alluvione di Genova era colpa sua e solo sua.

Non so se ridere o imbestialirmi di fronte a cotali manifestazioni di odio viscerale (l'esatta negazione dell'amore e carità cristiane che Volpe dovrebbe conoscere bene), di ignoranza, di arretratezza culturale. Volpe ha anche depositato una denuncia a carico di Crozza: "Il dottor Bruno Volpe, animatore del blog Pontifex comunica di aver denunciato all'Autorità Giudiziaria, depositando atto domenica sera preso la Stazione dei Carabinieri di Bari, il sig. Crozza, per l'imitazione di Papa Benedetto XVI nel corso della trasmissione Italialand. Nell'atto si ipotizza il reato di offesa a Capo di Stato estero." La pagliacciata quindi è completa.

Torniamo però un attimo indietro. In apertura abbiamo ricordato di come la Chiesa (e altri regimi) gradiscano l'ignoranza, perchè favorendo la superstizione, crea le basi per controllare le menti. Volpe di sicuro è contento che al ministero dell'Istruzione Mario Monti abbia messo un uomo di Bagnasco, Francesco Profumo, e sotto di lui una ciellina, Elena Ugolini, così la distruzione della Scuola Pubblica avviata dalla Moratti prima, e continuata dalla Gelmini poi, andrà avanti e resteranno invece i bei soldoni che sottratti alla Scuola Pubblica volano sulle già ricche tasche delle scuolette private, la maggior parte delle quali in mano alla Chiesa. Già: inculcare solo quello che è comodo, è importante, no?

"Signor" Volpe, un'ultima cosa. Lei è vittima e figlio della stessa ignoranza e delle stesse paure che alimenta nel suo blog, e certe sue affermazioni "bisogna fermarlo con ogni mezzo" rasentano l'istigazione a delinquere. E' quindi chiaro che non può capire la Satira: non ha gli strumenti per farlo. La Satira è manifestazione di Cultura, quella che lei e chi ragiona come lei avete sempre combattuto a causa di quanto vi è stato inculcato in testa. Ciò non giustifica però l'odio viscerale che lei sparge col suo blog nelle menti deboli che possono leggerlo. Lei non ha coscienza e non ha senso di responsabilità. Apra la sua mente alla conoscenza del "tutto" e non del "poco", e si arricchirà così tanto da vergognarsi di quanto ha scritto, non solo contro Crozza o Jovanotti, ma anche contro Vendola e gli omosessuali (e non solo, perché la lista è davvero lunga). Lo so che non mi ascolterà, forse denuncerà anche me, probabilmente dirà che anche io sono dominato dal demonio, ma sa: a differenza sua io non sono superstizioso, quindi non ci casco.

Visto che ci siamo, diamo conto di quanto si trova in rete su Bruno Volpe.

Anzitutto leggete questi tre articoli:
La Repubblica
La Gazzetta del Mezzogiorno
Corriere del Mezzogiorno

E poi leggete anche:
Arrestato per stalking Bruno Volpe, direttore di Pontifex?
Arrestato per stalking il direttore di Pontifex?
Pontifex: E’ la volta buona che l’hanno arrestato?
Più in generale: QUI.

Bruno, sei tu lo stalker arrestato a luglio? Visto che fai la morale a tutti in questo tuo modo così colorato, credo ci sia tanta gente che ti potrebbe dire tante cose...

.

1 commento:

  1. Minchia Pontifex! Ci vuole una mucosa gastrica d'acciaio a leggerlo... Fascismo truccato da vetero-clericalismo ed integralismo cattolico... Feccia!

    RispondiElimina