lunedì 26 marzo 2012

Report. Monti e Fornero: come ci derubano

.
Piano piano i nodi vengono al pettine. Da una parte Monti dice che dobbiamo sterzare verso la flessibilità, il che significa che le aziende private possono licenziare come e quando vogliono, e non c'è più tutela contro i licenziamenti (stai antipatico al tuo capo? fuori dai piedi) illegittimi (perché vengono liberalizzati). Dall'altra parte la Fornero (e Monti) sfonda il fragile edificio della previdenza sociale, impoverendo milioni di italiani: un unico sistema di calcolo, che premia chi guadagna di più; spese enormi per i ricongiungimenti; tanti anni senza stipendi e pensioni per chi aveva firmato con la sua azienda un accordo per l'uscita dal lavoro. Questo per farla breve, ma se la volete sapere tutta ecco la puntata integrale di Report di domenica scorsa, 25 marzo 2012.



Ecco cosa sta facendo il governo Monti all'Italia: sta rubando soldi a tutti, o meglio a quelli che hanno poco o niente in tasca. Nessun privilegio dei ricchi e potenti viene minimamente sfiorato dalla "riforma" del mercato del lavoro e delle pensioni. Sul lato pratico: Monti, la Fornero e questo nuovo governo sono quanto peggio sia mai esistito nella nostra storia di italiani. Sempre più tutelati i ricchi (fra cui anche loro), mentre aumenta il numero dei poveri: senza futuro davanti e con un presente già squallido.

Questi sono veri delinquenti. Lontani dalle esigenze del paese, che capiscono ma distruggono (cari ministri, avete la Laurea, quindi non avete scusanti e non siete scemi), hanno a cuore le casse di uno Stato alla canna del gas, e impoveriscono la maggior parte dei cittadini pensando che aiuti l'economia. Ma con meno soldi in giro come si può produrre ricchezza? Qui non si realizza il benessere dei cittadini, qui si fa macelleria sociale, con cinismo e cattiveria. Il vero volto di questo governo è la morte civile. Di noi non gliene frega niente, niente. Tanto loro e i loro parenti e amici stanno bene.

Serve altro per spaccare tutto? Ah no: "E' l'Europa che ce lo chiede".

.

Nessun commento:

Posta un commento