sabato 21 aprile 2012

TRANSITION TOWN – Decrescita, resilienza e permacultura in città ovvero “del bene comune e della discontinuità”

. da Il Sostenibile di Francesca Petretto
È dall’unione di questi tre concetti fondamentali (decrescita, resilienza e permacultura) che è sorto il movimento delle Città di Transizione e poco meno di dieci anni fa, nel 2003, fatto tesoro degli insegnamenti dei due scienziati australiani Millison e Holmgren (vedi sotto), Rob Hopkins vi ha dato vita, in Inghilterra, col progetto pilota della cittadina di Totnes nel Devon. Insegnante, ecologista e specializzato in Permacultura, Hopkins ideò, con la collaborazione dei suoi studenti di Kinsale, in Irlanda, il Kinsale Energy Descent Plan, ovvero il primo progetto di Piano d’Azione della decrescita energetica, adottato all’unanimità da un’amministrazione comunale. Kinsale è una cittadina situata al centro della Contea di Cork, nel sud dell’Irlanda che vanta dal 2005 il titolo di “Fair Trade Town” ovvero di città con un’economia basata essenzialmente sul commercio equo e solidale, contrapposto alle pratiche di commercio dello sfruttamento applicato dalle aziende multinazionali che agiscono esclusivamente nell’ottica della massimizzazione del profitto. Nel piano ideato da Hopkins e dai suoi allievi si indicava dettagliatamente .... ---- CONTINUA A LEGGERE ----

Nessun commento:

Posta un commento