lunedì 7 maggio 2012

Energiewende: la “svolta energetica” dal basso a Berlino

.
di Francesca Petretto

da Il Sostenibile


La cooperativa berlinese BEB, “BürgerEnergie Berlin”, è impegnata da diverso tempo nella campagna che le dà il nome stesso, per attuare una “svolta energetica” dal basso e per sottrarre, grazie alla partecipazione attiva di tutti i cittadini, alla svedese Vattenfall, la ditta che gestisce la rete elettrica della capitale tedesca di oltre 40 mila chilometri di lunghezza, l’egemonia energetica: una sorta di s.p.a. civica che mira ad allargare il proprio campo d’azione a tutta la rete energetica nazionale, per annientare il paradosso secondo cui la Germania non potrebbe fare a meno del nucleare per il proprio fabbisogno energetico e il luogo comune, caro ai ministri del Governo attualmente in carica, per cui causa dell’elevato costo in bolletta sarebbero le fonti di energia pulite ovvero le cosiddette Rinnovabili.
Berliner Energietisch” si chiama la campagna di sensibilizzazione cittadina: da diversi mesi si raccolgono le firme per una Volksbegehren, letteralmente il “desiderio del popolo” ovvero una petizione, che mira anzitutto a sensibilizzare l’opinione pubblica, ad informare e infine a raccogliere i fondi necessari a far prendere il volo al progetto.
Raccogliere i fondi con la finalità di far partecipare tutti: “Chiunque – non solo chi risiede a Berlino – può acquistare una quota, depositando...

----- CONTINUA A LEGGERE -----

.

1 commento:

  1. Certamente un grande passo in avanti, lo ammetto. Vi voglio comunque rendere partecipi ad altre realtà, che ora come ora, hanno un impatto di gran lunga più forte sull'umanità.
    ENERGIA LIBERA
    Non rimanere nell'ignoranza, informati, l'energia libera è una realtà, ci sono centinaia di brevetti che vengono fatti sparire, di macchine capaci di darci energia, senza dover bruciare niente, ne tantomeno di necessitare del sole, del vento e dell'acqua.

    La fondazine no profit Keshe Foundatino ha sviluppato reattori al plasma, capaci di dare energia illimitata, questi sono anche in vendita, a partire da dicembre 2012. Ogni nazione a questo modno è già informata a riguardo, la fondazione ha lo scopo di dare a noi tutti, cittadini del mondo, questa tecnologia. Ci sono stati già due incontri ufficiali alla sede della Keshe Foundation con gli ambasciatori di tutte le nazioni.
    Il mondo è seduto allo stesso tavolo, e il signor Keshe informa tutti che questa tecnologia esiste, e che loro vogliono darla a tutti.

    NOn rimaniamo nell'ignoranza, informiamoci, solo cos'ì possiamo far venire a galla le bugie che fino ad ora ci vengono raccontate, capaci solamente di far gonfiare il portafoglio a chi già possiede tutto!
    Il popolo non ha nulla da perdere se si unisce per liberare l'energia e così rendersi indipendente.
    L'unità è alla base del cambiamento. riflettici
    qui la petizione per liberare l'energia
    http://www.avaaz.org/it/petition/dass_alle_Laender_ja_sagen_auf_die_umstellung_auf_freie_Energie/

    RispondiElimina