mercoledì 19 dicembre 2012

Sardegna, peculato al Consiglio Regionale: Rinvio a Giudizio!


Beh, ci siamo, il GUP di Cagliari ha deciso, e ha rinviato a giudizio i 18 consiglieri regionali accusati dal PM di peculato per la vicenda dei rimborsi farlocchi. E' ovvio (così nessuno si offende) che rinvio a giudizio significa condanna, però se un GUP deicde di aprire un processo ciò significa che elemtni di colpevolezza da accertare ce ne sono. E poi parla bene la richiesta di rito abbreviato di Adriano Salis: cosa che si verifica per godere di uno sconto di pena. Terremo d'occhio la cosa, perché la manna dei rimborsi selvaggi deve cessare e chi sarà condannato dovrà - speriamo - patire anche la pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici. Chi vivrà vedrà, chi ha rubato pagherà.


Spese dei gruppi regionali, tutti rinviati a giudizio i 18 consiglieri


Coinvolti nell’inchiesta della Procura di Cagliari, ora andranno a processo L’udienza è fissata per il 19 aprile 2013


Sono stati tutti rinviati a giudizio i diciotto consiglieri regionali coinvolti nell’inchiesta della procura di Cagliari sulle spese dei gruppi dell’Assemblea sarda. La prima udienza del processo è stata fissata per il 19 aprile 2013

Ai 18 consiglieri regionali viene contestato il reato di peculato per aver speso i fondi destinati alle attività politico-istituzionali dei gruppi consiliari per acquisti personali. Il gup di Cagliari Cristina Ornano si è pronunciata sul rinvio a giudizio di tutti gli indagati pochi minuti dopo le 13. Si aprirà il prossimo 19 aprile, davanti alla prima sezione del tribunale di Cagliari il processo per Oscar Cherchi (Pdl, attuale assessore all’Agricoltura), Mario Floris (Uds, attuale assessore al Personale), Giommaria Uggias (Idv, attuale europarlamentare), Salvatore Amadu (Pdl, presidente della Seconda commissione consiliare), Renato Lai (Pdl), Alberto Randazzo (Udc, presidente della Sesta commissione), Giuseppe Atzeri (Psd’az), Beniamino Scarpa (prima Psd’Az, poi Pd, oggi sindaco di Porto Torres), Maria Grazia Caligaris (socialista, oggi presidente dell’associazione Socialismo diritti riforme) Raimondo Ibba (socialista, presidente Ordine dei medici della Provincia di Cagliari), Raffaele Fargiu, Pierangelo Masia, Peppino Balia (Socialisti), Carmelo Cachia (Pd), Giuseppe Giorico (Udeur), Sergio Marracini (Udc), Salvatore Serra (sin. Autonomista) e Vittorio Rnadazzo (Udc). Ha scelto il rito abbreviato, invece, Adriano Salis (capogruppo dell’Idv) la cui posizione varrà discussa il prossimo 6 febbraio. È già stato rinviato a giudizio, il senatore Silvestro Ladu (Pdl) il cui processo riprenderà il prossimo 11 gennaio.

Nessun commento:

Posta un commento