lunedì 25 marzo 2013

Dell'Utri mafioso: nuova condanna a 7 anni


La società civile oggi esulta!



Mafia, Dell’Utri condannato in appello a 7 anni per concorso esterno

 
Marcello Dell’Utri è stato condannato in appello a sette anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa.

“Se mi dovessero assolvere non brinderò né festeggerò, sono vent’anni che soffro. Non c’è nulla da festeggiare”. Lo ha detto Marcello Dell’Utri entrando nell’aula bunker di Palermo poco prima della sentenza del processo d’appello che lo vede imputato per concorso esterno in associazione mafiosa.   

“Mi sembra che questa Corte d’Appello abbia esaminato con spirito molto serio e distaccato tutti gli atti”, ha proseguito Dell’Utri. “Se dovesse andar male, mi dovessero condannare non dirò che sono giudici comunisti”. Prima della lettura della sentenza, Dell’Utri è tornato sul caso Mangano. “Io non ho mai detto che Vittorio Mangano è un eroe, ho detto e lo ripeto anche oggi che Mangano è il mio eroe”. Eroe, ha precisato, “come nei romanzi russi, perché ho saputo che gli hanno detto che se mi avesse accusato non avrebbe più avuto problemi giudiziari”.

Nessun commento:

Posta un commento