martedì 2 luglio 2013

Difesa dell’Ambiente e promesse di Obama


da: Il Sostenibile
di: Francesca Petretto


Lo so, è odioso dire a posteriori: “te/ve l’avevo detto” o “e io cosa avevo detto?”; non piace nemmeno a me e spesso suona opportunista e falso perché detto “a cose fatte” e/o all’uopo per auto legittimarsi. Tuttavia il discorso pronunciato dal Presidente degli Stati Uniti, due settimane fa, davanti alla Porta di Brandeburgo qui a Berlino, mi suonava in parte opportunista e un po’ ipocrita o comunque artificioso. Non è certo prerogativa del solo Obama quella di toccare temi cari all’uditorio occasionale per accattivarsene simpatie e applausi: le manovre dei politici sono uguali in tutto il mondo, trasversali a tutti i colori e ai partiti e a una più o meno spiccata o riconosciuta e condivisa popolarità; tuttavia il mio spirito critico si compiace nell’apprendere che esperti ben più quotati della sottoscritta abbiano pensato o espresso il medesimo dubbio. Nella sua arringa dinnanzi a un pubblico composto al 90% da americani residenti a Berlino o occasionalmente domiciliati nella capitale tedesca e turisti stelle e strisce di passaggio nella capitale tedesca, Barack Obama ha parlato dei diritti di immigrati (è accesissimo il dibattito questi giorni in Germania su rifugiati ed esuli politici, vista anche la nuova, discussa legge sul . . . --- CONTINUA A LEGGERE ---

Nessun commento:

Posta un commento