giovedì 5 dicembre 2013

La morte del Porcellum e le pagliacciate


Premio di maggioranza: incostituzionale. Liste bloccate: incostituzionali. E la Corte delle Leggi prende a ceffoni quel Parlamento e anche quel presidente della Repubblica che firmò senza fiatare l'ennesima porcheria.

E adesso? Buco normativo? Si torna al Mattarellum? Si torna al proporzionale?

Senza legge elettorale non si può andare alle elezioni e quindi l'attuale Parlamento se la potrebbe prendere comoda, con un vuoto normativo sotto le chiappe da far rabbrividire. In tal senso fa ridere il M5S che ieri ha detto: "Siamo tutti abusivi". Scusate... ehm... se vi bloccate come si crea la nuova legge elettorale? Se aveste pensato di essere illegittimi e abusivi là dentro non ci dovevate neanche andare sin dall'inizio. E io credo fortemente che il Porcellum abbia giovato tantissimo al M5S forse più che ai partiti: siccome alle scorse elezioni Grillo ha incentrato lo tsunami tour su se stesso, parlando quasi solo lui, la gente è andata a votare pensando a lui più che ai candidati, che erano abbastanza noti solo agli iscritti.

A più ampio raggio, invece. La corsa al complimento per questa importante decisione è scattata. La convenzienza del momento fa applaudire alla cancellazione di quello che prima si difendeva. Complimenti.

Dico questo: se si tornasse al proporzionale puro io sarei contento. Così tutti i partiti sarebbero rappresentati in Parlamento. Col proporzionale puro avremmo avuto persone come Ingroia e Di Pietro (l'unico che ha fatto davvero opposizione nelle passate legislature, ma il M5S l'ha dimenticato) alla Camera e al Senato. E la critica del Fatto Quotidiano (articolo non firmato - c'è un furbo "la redazione") che urla all'inciucio perpetuo non la condivido. Ci siano le intese, si siedano al tavolo partiti e movimenti, così sono obbligati a parlare per fare qualcosa di utile al paese: tanto la soluzione perfetta in tasca non ce l'ha nessuno. Senza che il sedersi a un tavolo significhi per forza "inciucio". Basta con questo linguaggio da cabaret, Padellaro/Travaglio! Guardate #oltre (lo dice anche Grillo, no?).

La vera democrazia passa per una rappresentanza di tutti all'interno delle Camere!

Grillo furbescamente vuole il Mattarellum, cioé l'anticamera del Porcellum, anche se più moderata. Il 51% fa gola, il dialogo che scaturirebbe dal proprozionale puro invece non interessa, né a lui e credo neanche agli altri leader. Sono tutti furbi, TUTTI.

Basta con le stronzate acchiappa consensi: attaccate tutti il culo alla sedia e lavorate assieme per l'Italia, stronzi.

Nessun commento:

Posta un commento