giovedì 9 gennaio 2014

Dedicato agli iscritti del M5S della Sardegna


Siamo nel 2010: Elezioni in Campania. Beppe Grillo, non ancora nazionale ma quasi, saggio e previdente, spiega al suo popolo riunito (al Centro Culturale "la città del sole") le nuove regole della democrazia diretta, cercando di risolvere i tanti nodi che questa può portare.

Così profetizzava la possibilità che, in sede locale, si potessero formare anche due o tre liste che richiedevano l'uso del simbolo a 5stelle. "Se hanno i requisiti (enunciati nel non statuto ndr) IO LI DEVO CERTIFICARE" (min 6:21). Al suono di queste parole, qualcuno chiedeva spiegazioni sulla modalità di voto successiva e il grande Beppe per nulla spaventato dalla domanda rispondeva: "Se dovesse succedere questo, l'unico modo è dire: bene, 2 liste? Benissimo! fac..fate una votazione e proponiamo una, ma a votazione." Il suo dispepolo prediletto allora precisò: "Votazione sul portale del movimento?". "Sul portale del MoVimento, gli iscritti votano" (per una o per l'altra lista ndr) [min 6:30] Rispose pazientemente il Beppe. "Se non lo fai succedere (il voto sul portale ndr), ci vuole una decisione dall'alto, LA DECISIONE DALL'ALTO IO NON LA PRENDO. [min 7:30]
Parola del Beppe vers. 12/2010

In Sardegna però la decisione caduta dall'alto impedisce di fatto ai militanti sardi del MoViMento di presentare anche una sola lista poichè il Beppe vers.12/2013 impedisce l'uso del marchio regolamente registrato presso il tribunale di Ge.

DELLA SERIE: COME SI CAMBIA!

Tutte le parole attribuite al Beppe nazionale sono state prese e riportate in virgolettato da questo video. 


1 commento:

  1. Però Grillo ha permesso che adesso a Sassari il candidato alla carica di Sindaco sia uno che nelle file del PSI si era candidato alle scorse Amministrative con Sinistra Unita.
    Coerenza a 5 stelle.

    RispondiElimina