mercoledì 19 febbraio 2014

L'autogol alla Tafazzi di Grillo, che riabilita Renzi con 8' di Follia




Eccolo qui. Non l'ho visto in diretta perché non ero a casa, ma l'ho guardato adesso.

La base ha sorpreso Grillo, nonostante il suo "Noi non ci andremmo" quando chiedeva a loro se andare o no, e quindi gli ha chiesto di andarci a parlare con Renzi. L'avevano consigliato da tempo Scanzi e Travaglio, le cui parole interessano a tanti grillini più dei discorsi del padrone del marchio, evidentemente, e Grillo è dovuto andare. A che titolo sia andato proprio lui non è chiaro. Anzi... Tanti pentastellati avevano espresso rabbia e sdegno perché un pregiudicato e indagato (Berlusconi) stava andando alle consultazioni, ma mica hanno palesato lo stesso sdegno perché ci andava (fra l'altro per conto loro) un altro pregiudicato e indagato (Grillo). Ma sappiamo che a cercare pagliuzze ci sono buoni tutti.

"Quindi tu vuoi che continuino a governare pidielle e pidimenoelle?" Mi si scrive spesso, apllicando l'equazione che Grillo ha ben inserito nella testa di molti. Un caXXO, replico: io non li ho MAI votati, né il PD né il PDL. Quanti che oggi votano Grillo possono dire lo stesso, e per di più con la coscienza pulita?

Ok, andiamo avanti. Grillo doveva andare a sentire le proposte di Renzi e ovviamente dire la sua. In Democrazia si fa così, magari qualche punto in comune saltava fuori (e ce n'è). Ma ha interrotto subito Renzi e ha detto la sua, evitando accuratamente ogni tipo di confronto sui contenuti del programma che Renzi gli stava iniziando a presentare. Non è stato un Dialogo, ma un Monologo di Grillo, il quale ben avvezzo ai palchi con microfoni o megafoni in mano e gente adorante davanti, non è abituato a interloquire, anzi diciamo che non gli piace proprio. E ha avuto pure la strafottenza di dire "Io non sono democratico". Complimenti: vieni davanti a me che ti allungo un bel ceffone, fascista!

Nessun contenuto e solo tanti slogan. Attenzione: larga parte, larghissima parte delle critiche mosse più volte da parte di Grillo e del M5S a Renzi, "ka$tha" ecc. io la condivido; non perché le dice lui, il padrone del marchio, ma perché oggettivamente sono condivisibili, ok? Chiaro? CHIARO? Ma questo rifiuto di parlare, anzi interloquire, in uno scambio di opinioni a braccio fa schifo. A Grillo non interessa il dialogo perché può mostrare un dissenso: chi non la pensa come lui "fuori dai coglioni", alla gogna. Renzi nel calderone. Del resto io lo so bene, iscritto anni fa fra i primissimi al sito di Grillo e cacciato perché spesso ero non allineato. Io lo posso dire.

La base ti manda a parlare e tu sprechi questa occasione. Bella pensata!

Ma ancora... agghiacciante: la cosa forse più inquietante nello show andato in scena a Montecitorio è stata la risposta che Grillo ha dato ad una domanda di Alessandra Sardoni. Grillo ha spesso accusato Renzi di aver copiato una parte del programma del M5S, allora la Sardoni ha immediatamente chiesto se, nel caso in cui Renzi portasse queste idee copiate in Parlamento, il M5S le voterebbe. Grillo ha risposto senza esitazioni di no, sconfessando quanto detto dai suoi più di una volta davanti alle telecamere (l'ha fatto anche Di Maio ieri da Mentana in prima serata).

Scanzi (e anche Travaglio) dicono ironicamente e ben divertiti che tanti politici non fanno altro che dare assist a Grillo e al M5S, ma stavolta Grillo li ha superati e battuti con distacco. Oggi Grillo offre il fianco alle critiche, nessuna gratuita e tutte oggettivamente corrette, sul suo modo di fare. Chissà cosa scriveranno Scanzi e Travaglio di questo incontro (stravolgeranno tutto? li voglio proprio leggere). Strano... online non si legge ancora niente, soprattutto da Scanzi, che è sempre con un supporto multimediale davanti alle mani (inonda più lui la rete fra Facebook e Twitter di tanti "bimbiminkia"). "Prepariamo il popcorn", scriveva poco prima della diretta streaming Scanzi. A quanti sono andati di traverso questi popcorn? E Messora, l'inventa-complotti, ora che dirà? Come si arrampicherà sugli specchi? O recupererà un po' di Coscienza?

Democrazia? Sì... de 'sticaxxi.

IO non ho mai votato PD, soprattutto non ho mai votato né voterei Renzi. Grillo però è riuscito a riabilitarlo davvero per bene. Renzi esce super rafforzato da questo streaming allucinante. Sono certo che se si votasse oggi lo stacco fra PD e M5S sarebbe abissale. Renzi non mi piace, ma oggi Grillo è riuscito nel miracolo di farmi provare tenerezza per Renzi (è passata subito, per fortuna).

Grillo... Non poteva fare di peggio. Non poteva essere più sconveniente e controproducente. Grillo ha sbagliato tutto, oggi. Che schifo! Se penso a quei deputati e senatori del M5S che si stanno facendo un QLO così per creare qualcosa di buono per il paese, e vengono poi mortificati e ricoperti di tutto questo patetico schifo di riflesso a causa del padrone del marchio, mi fanno tenerezza anche loro.

Allontanate Grillo, Casaleggio e Messora, ragazzi, o vi tireranno nel loro baratro di odio, nero inchiostro e pura follia. Auguri.

A me intanto girano a elica: questi due, Renzi e Grillo, hanno le redini dei due schieramenti politici più potenti oggi. Siamo davvero in buone mani... Quanto mi girano a elica...!


"Fino qui abbiamo parlato del principe, ora non ci resta che parlare del mostro. [...] Con livore e cattiveria, non inferiori alla superbia e alla crudeltà, se la prese con quasi tutti gli uomini del suo tempo. [...] Non ebbe riguardi né per il suo pudore, né per quello degli altri. [...] Si potrebbe giustamente attribuire al suo disordine mentale il fatto che in lui si unissero due vizi completamente opposti, da urla parte un'estrema insolenza e dall'altra una paura eccessiva."
(Svetonio su Caligola)


2 commenti:

  1. sei sicuro che sia autogol ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "blogghe" a parte, lo dicono quasi tutti, e al di là del fatto che lo dicono altri, oggettivamente mi pare così

      Elimina