venerdì 14 febbraio 2014

P.I.L. + 0,1%. PD in caduta libera. L'Italia?


Siate contenti, cittadini! Dopo non so quanti anni, pare dal 2011, il P.I.L. italiano ha un valore positivo! Gaudete cives! Uno +0,1% che non è niente. Niente. Rispetto a quanto si è perso nel frattempo e ai danni che ciò ha prodotto, non è niente. Ok, "segnali di ripresa". Ah, grazie, mica me n'ero accorto.

Ma a placare i bollenti festeggiamenti di una nazione in ginocchio c'è la notizia dell'avvicendamento Letta-Renzi a Palazzo Chigi. Renzi, quello che aveva detto che non sarebbe andato al governo senza vincere le elezioni. Renzi, quello sul cui carro ora stanno salendo tutti (quelli in cerca di comode poltrone per le loro grasse chiappe, anche in Sardegna). L'egocentrico confusionario che sa comunicare.

Aspetta... egocentrico confusionario che sa comunicare... questa l'ho già sentita. Vale per altri due, anch'essi non presenti in Parlamento, entrambi con la fedina penale macchiata. Berlusconi e Grillo.

Quindi le sorti del mio paese sono in mano a tre persone, tutte e tre con pendenze passate e attuali con la Giustizia; tutte e tre piene di sé; tutte e tre senza un posto in Parlamento. E a dirigere il ballo del ridicolo un attempato presidente circondato da un alone di loschi maneggi in varie direzioni.

Pensiamo al concetto di "democrazia". Fatto? Ecco: questo è il momento più basso.

1 commento: